Il Ministro per le Politiche Ambientali, Stefania Prestigiacomo, ha rilasciato una intervista a “Elementi”, rivista pubblicata dal GSE.

Nel testo il Ministro evidenzia che: “L’ambiente va collegato alle dinamiche di sviluppo. Ambiente e progresso economico si devono integrare: oggi più che mai dipendono l’uno dall’altro. Il mix energetico giusto? 25% di rinnovabili, 25% di nucleare, 50% combustibili fossili. Ma, dobbiamo risparmiare energia, promuovere l’energia verde, utilizzare combustibili meno inquinanti e incrementare la ricerca per le tecnologie adatte alle rinnovabili. Riduzione delle emissioni: l’Italia lavorerà a intese internazionali che rendano il Protocollo di Kyoto una responsabilità seria per tutti. La Sicilia ha potenziali importanti per energia e ambiente, le valorizzeremo”.

Con queste parole la Prestigiacomo conferma quanto era stato evidenziato dal nostro sito, in occasione della pubblicazione del programma del governo Berlusconi, durante la campagna elettorale, al primo punto cronologico, nel quale il Governo si sarebbe impegnato allo sviluppo delle rinnovabili, rimaste un po’ in ombra dopo le esternazioni di Scajola sul nucleare.

Pubblicato lunedì 15 dicembre 2008 da Staff Progema