Gli impianti a concentrazione solare sono impianti di trasformazione della energia solare in energia elettrica, mediante apposita tecnologia (celle), costituita da un sistema di specchi che raccolgono la luce diretta del raggio solare (irraggiamento diretto), convogliandola su un unico semiconduttore (solido o gassoso) che, per sua stessa natura, sviluppa energia elettrica.

La peculiarità di questo genere di impianti è quella di ottenere un effetto di conversione n volte superiore a quello di normali impianti fotovoltaici.

Il Quinto Conto Energia premia con una tariffa incentivante molto interessante questo genere di impianti che, sia per la tariffa stessa, sia per l’alto numero di chilowattora prodotti, offrono risultati economici davvero rilevanti, nonostante il loro maggior costo.

Funzionando unicamente con l’irraggiamento diretto, i pannelli a concentrazione solare devono essere montati su inseguitori biassiali, che seguano il moto apparente del sole e la sua inclinazione stagionale all’orizzonte. Per questo motivo, allo stato attuale, gli impianti a concentrazione solare possono essere realizzati soltanto su terreno nudo, ma i pali di sostegno possono essere introdotti nel terreno stesso a profondità diverse, senza la necessità di costituire plinti di sostegno. Quando sarà il momento di dismettere l’impianto, sarà sufficiente sfilare i pali dal terreno per ricostituire l’ambiente originale.

Gli impianti a concentrazione solare, per l’accesso alle tariffe incentivanti, non devono essere iscritti a “registro”.

Purtroppo in Italia non vi sono molti produttori di concentratori solari e vi è, per questo, una scarsa conoscenza del mezzo che, oltre a costituire un rilevante strumento di produzione energetica, viene fortemente incentivato dal Conto Energia, per il quale sono stati messi a disposizione 50 milioni di Euro. Attualmente il contatore del GSE ha attribuito soltanto 143.000 Euro. C’è quindi uno spazio molto ampio per il quale abbiamo davanti molti anni di lavoro.

Pubblicato domenica 06 gennaio 2013 da Staff Progema