Prima di entrare nel merito delle luci a led, vale aprire una panoramica generale sul commecio online italiano. Quello dei negozi virtuali è stato sempre un tema affascinante fin dalla fine degli Anni 90, quando in Italia ancora pochi conoscevano questo nuovo tipo di contrattazione commerciale.

Crescendo la conoscenza del mezzo e il proliferare delle proposte di vendita online, è cresciuta anche la diffidenza (tipica della nostra gente) sulla possibilità di incappare in truffe, sia relativamente alla merce acquistata, sia in merito all’utilizzo delle carte di credito.

Un recente studio di Google, fondato sugli indicatori di mercato, illustra una crescita esponenziale del e-commerce italiano, con risultati che portano dagli attuali 10 miliardi ad un valore di oltre 50 miliardi nei prossimi tre anni. La suddivisione per tipologia di prodotto è riportata nella tabella che pubblichiamo qui in basso.

Mercato on line

Cosa succede? Anche gli italiani hanno deciso di adeguarsi alle forme di acquisto online dei maggiori Paesi europei, Francia, Germania, Olanda, Scandinavia, per non parlare degli Stati Uniti, numero uno al mondo in questo settore? Come mai anche settori come abbigliamento e calzature, prima snobbati dai clienti online, oggi hanno preso nuovo vigore?

In realtà succede che, in primis, il commercio online è divenuto sicuro anche nel nostro Paese, anche grazie alla nuova normativa sui Cookies. Sono sempre meno le notizie di truffe sulle carte di credito, facilmente aggirabili anche con la formula PayPal della quale tutti i migliori negozi della rete sono forniti. Sebbene costi un po’ di più è possibile pagare anche contrassegno la merce ordinata. Succede anche che l’affidabilità di chi propone i prodotti online è cresciuta ma, soprattutto, è controllabile. I processi di trasparenza si sono sempre più raffinati e, quando si entra in un negozio virtuale, è facile scoprire chi offre i prodotti e qual è la sua storia.

Vi è anche un mezzo di controllo ancor più afficace e tipico della rete. Su circa 21 milioni di italiani che acquistano online, anche se non abitualmente, almeno 8 milioni di persone scrivono commenti, propongono consigli, denunciano comportamenti illegali, pubblicano rimbrotti. Tutta questa massa di dati proveniente dai clienti stessi fa di un negozio online un elemento di successo oppure un flop. Certo, se un negozio online si è appena aperto alla rete, ovviamente non potrà beneficiare di commenti di alcun genere, ma certamente è collegato ad aziende che hanno una storia alle spalle, facilmente reperibile.

I negozi di maggiore successo sono quelli relativi ai viaggi, proposte chiare e di facile acquisizione, ma un passo avanti viene registrato soprattutto nel settore della tecnologia per la casa. Comperare un ventilatore online è molto più comodo che dovere andare al supermercato, caricarselo sulla macchina e tirarselo dentro casa. Inoltre, spesso le offerte di supermercati e negozi tradizionali sono molto limitate e confuse. La scelta tra gli scaffali diventa, infatti, sempre meno semplice.

Torniamo, così, al titolo di questo nostro intervento, le luci a led – acquisto online che rappresentano la più recente e interessante tecnologia per la casa, perchè le lampade a led migliorano la qualità della luce (non contengono raggi infrarossi e ultravioletti), non emettono calore, durano molto di più delle lampadine tradizionali ma soprattutto fanno risparmiare un sacco di soldi in termini di costi sulla bolletta elettrica. Consumano un decimo delle lampade tradizionali.

Acquistare on line lampadine a led diventa pertanto molto comodo, perchè è possibile esaminare con calma le schede tecniche della lampadina (negli scaffali si acquista alla cieca – si vede una lampadina e la si mette nel carrello), comprendere la differenza tra una lampada e l’altra (le descrizioni sono ampie e comprensibili), informarsi prima dell’acquisto (si invia una mail al titolare del negozio online, si scrive sul blog o gli si telefona per chiedere delucidazioni). Le categorie dei prodotti esposti sono elencate ordinatamente e con chiarezza.

Gli acquisti online sono ormai regolamentati da leggi che inchiodano chiuque volesse fare il furbo. Un buon negozio tiene in memoria i dati del cliente, lo avvisa sui tempi di consegna, gli elenca gli ordine eseguiti in modo che il controllo delle transazioni sia a 360°

La qualità dei prodotti, infine, varia da negozio a negozio, ma la scelta può essere fatta puntando sulla affidabilità delle risposte fornite, sulla capacità del negozio nell’ esporre la propria professionalità e sulla sua storia. Tutti elementi di tutela impossibili nel commercio tradizionale.

Per ulteriori info: info@viviluce.it

Pubblicato giovedì 23 Luglio 2015 da Alberto Mancini